logo
Benvenuto, ospite. Per favore accedi o registrati per attivare tutte le funzioni: Accedi o Registrati.

Notifica

Icon
Error

11 Pagine«<34567>»
Condividi
Opzioni
Vai all'ultimo messaggio Vai al primo messaggio non letto
Offline fedefede  
#73 Inviato : martedì 24 gennaio 2023 20.04.40(UTC)
fedefede

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 19/01/2014(UTC)
Messaggi: 248
Germany
Scrive da: mainz

Ha ringraziato: 69 volte
E' stato ringraziato: 61 volte in 48 messaggi
Postato in origine da: Chalanger Vai al messaggio citato
In realtà non funziona proprio così, DA PERSONA DEL SETTORE, come dicevo prima, ad oggi non credo nella transizione totale all'elettrico ma la base su cui dici che l'infrastrutture non le avremo del 2035 è poco solida. In primis in Italia le percorrenze medie delle auto non superano i 20.000 KM anno che si traducono (come media ovviamente) in circa 400 km settimanali, se facciamo anche il calcolo su 5 giorni a settimana vogliono dire circa 80 km al giorno.
Ipotizzando di avere un pacco batterie da 55 kw per una percorrenza di 350 km (la minor percorrenza per segmento premium) vuol dire far andare poco più del 20% della batteria (quindi 10/12 kw) ...



Proprio perché sei del settore, non dimenticare la h di kWh, i kW sono per la potenza (come i cavalli), i kWh per energia (come i joule o litri di benzina equivalenti).
Sorry ma mi viene l'orticaria su queste cose ;-)
thanks 2 utenti hanno ringraziato fedefede per questo utile messaggio.
Stepo90 il 24/01/2023(UTC), FZ750 il 25/01/2023(UTC)
Offline roky69  
#74 Inviato : martedì 24 gennaio 2023 20.05.04(UTC)
roky69

Rank: Pro driver

Iscritto: 19/10/2013(UTC)
Messaggi: 601

Ha ringraziato: 1 volte
E' stato ringraziato: 114 volte in 79 messaggi
Postato in origine da: FZ750 Vai al messaggio citato
Ipotizzando che le vettrure elettriche siano oltre il 75% del circolante, penso sorgerebbero dei problemi anche sulla produzione elettrica oltre che nell'adeguamento necessario ad una infrastruttura che in molti paesi (tra cui l'Italia) è spesso disarticolata ed incasinata

Inoltre, la produzione di corrente elettrica non è qualcosa che si può spegnere/accendere oppure anche variare nella sua quantità in modo semplice come fosse un flusso d'acqua, in Italia esiste un organo (la Borsa dell'Energia) che ha il compito (tra altri) di dare indicazioni per la quantità di energia elettrica da produrre; tutti gli stati europei (e credo anche mondiali) hanno organi di questo tipo

Io prevedo che si tornerà ad andare in giro a piedi ed in bicicletta come 100 anni fa book6



UserPostedImage

Modificato dall'utente martedì 24 gennaio 2023 20.09.53(UTC)  | Motivo: Non specificato

Offline FZ750  
#75 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 7.32.27(UTC)
FZ750

Rank: Liana's brother

Iscritto: 23/03/2022(UTC)
Messaggi: 372
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 149 volte
E' stato ringraziato: 59 volte in 51 messaggi
Postato in origine da: roky69 Vai al messaggio citato
UserPostedImage

È comunque fonte fossile banplz

Online lotuspassion  
#76 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 7.52.58(UTC)
lotuspassion

Rank: Ace driver

Iscritto: 24/01/2015(UTC)
Messaggi: 2,279
Italy
Scrive da: ancona

Ha ringraziato: 661 volte
E' stato ringraziato: 437 volte in 341 messaggi
ho visto , non ricordo dove,come,quando, che qualcuno ha pensato di sfruttare i lampioni della illuminazione urbana per istallare delle prese di ricarica in città....
certo che il problema di dove prende tutta questa energia rimane, ma mi ripeto, le tecnologie sono ancora primordiali e le auto molto energivore anche causa peso
magari con le future batterie solido/grafene o salcaxxo, chi lo sa, servirà meno kwh ongni 100km, un po come le prime auto a combustione che facevano 5/6km l oggi siamo al triplo quasi
Offline roky69  
#77 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 8.30.26(UTC)
roky69

Rank: Pro driver

Iscritto: 19/10/2013(UTC)
Messaggi: 601

Ha ringraziato: 1 volte
E' stato ringraziato: 114 volte in 79 messaggi
Postato in origine da: FZ750 Vai al messaggio citato
È comunque fonte fossile banplz




oltre al carbone vanno anche a legna angle

Modificato dall'utente mercoledì 25 gennaio 2023 8.34.21(UTC)  | Motivo: Non specificato

Offline gozer 1.4  
#78 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 9.39.48(UTC)
gozer 1.4

Rank: Pro driver

Iscritto: 18/07/2012(UTC)
Messaggi: 732
Italy
Scrive da: roma

Ha ringraziato: 56 volte
E' stato ringraziato: 101 volte in 89 messaggi
Postato in origine da: lotuspassion Vai al messaggio citato
ho visto , non ricordo dove,come,quando, che qualcuno ha pensato di sfruttare i lampioni della illuminazione urbana per istallare delle prese di ricarica in città....
certo che il problema di dove prende tutta questa energia rimane, ma mi ripeto, le tecnologie sono ancora primordiali e le auto molto energivore anche causa peso
magari con le future batterie solido/grafene o salcaxxo, chi lo sa, servirà meno kwh ongni 100km, un po come le prime auto a combustione che facevano 5/6km l oggi siamo al triplo quasi


A livello di consumi, oggi stiamo ben lontani dai record ottenuti anni fà.
Ad esempio...chi ricorda la Lupo 3L?

Adesso, con l'aumento di peso dei mezzi ed i sempre più complessi sistemi antinquinamento, quei livelli di consumo non li raggiunge nemmeno la migliore delle ibride.
censored
thanks Un utente ha ringraziato gozer 1.4 per questo utile messaggio
Gyu71 il 25/01/2023(UTC)
Offline Chalanger  
#79 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.25.18(UTC)
Chalanger

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 05/04/2014(UTC)
Messaggi: 81
Italy
Scrive da: Brescia

Ha ringraziato: 6 volte
E' stato ringraziato: 33 volte in 16 messaggi
Postato in origine da: danym Vai al messaggio citato
Con un'elettrica Milano Torino e ritorno (250km) li fai, al pelo, se stai attento e viaggi sotto i 130...se in autostrada mettono 100 colonnine di carica, forse e dico forse ce la possiamo fare.

HO ovviamente buttato li due numeri a caso per dire che la vedo grigia, specie in posti dove le colonnine dovranno essere concentrate...rischia di essere meno importante averne tante in città rispetto ad averne tantissime in autostrada

In ultimo: ma avete mai notato quante macchine ci son parcheggiate in strada a milano? Il perchè è legato al fatto che non tutti (anzi, pochi) hanno garage...e come la attacchi alla shuko? Tirando una prolunga dall'ottavo piano?
Suvvia, tu sarai dentro...io di piani ne vedo pochi e non produciamo energia.....ma dove vogliamo andare?
Poi il tempo ci dirà, puo' darsi che sbagli...ma non ci credo


PREMESSA FONDAMENTALE n° 1: amo l'elettrico come daily car ma come ho già detto non credo in nessun modo in questa transizione per problematiche ovvie che mi civorrebbe un'ora per descriverle qui; è ovvio che non siamo ancora a regime e che va fatta un sacco di strada.

PREMESSA FONDAMENTALE N° 2: ognuno opera una scelta in termini di acquisto auto che è in linea con le sue necessità per cui è ovvio che chi non ha un garage dovrà attingere alla rete pubblica (se non vi sono colonnine in zona credo che nessuno comprerà un'auto elettrica in questo momento).
Detto questo, se guardate alla crescita che vi è dei punti di ricarica negli utlimi due anni in Italia, entro il 2035 non ci saranno problemi per trovare le colonnine (i problemi saranno secondo me molto maggiori e riguarderanno altri aspetti).

Settate queste premesse, prima di tutto è fondamentale imparare ad usarle, come uno va in pista volta dopo volta e migliora i suoi tempi, più usi la macchina elettrica e più impari a gestire il recupero e la batteria (io in autostrada con una macchina che ha 480 km di autonomia ne faccio circa 350), ma se rileggi bene cosa ho scritto io parlo della quotidianità, non di grandi viaggi dove per forza è necessario fermarsi (ad oggi le HPC caricano da 150 a 300kw/h questo vuol dire che il tempo di un caffè hai ricaricato 150/200 km, dipende dalle situazioni).

Postato in origine da: Losna Vai al messaggio citato
Con la media del pollo di trilussa c'è gente che muore di fame. E poi la voglio vedere la schuko di casa per chi abita al settimo piano e non ha il box sotto casa.




Bisognerebbe cercare di essere un po' più aperti mentalmente, non per forza di cose per abbracciare una tecnologia se uno non vuole, ma semplicemente per capire che se ci si fonda sulle informazioni che vengono date da quattro giornali o da TG2 motori non si capirà mai completamente come funzionano le cose.
Forse bisognerebbe parlare con chi ha operato la scelta corretta per le seu esigenze e la macchina la usa quotidianamente.
Dico questo perchè, per fare un esempio grezzo, se uno che fa 500 km al giorno e non sa fino al giorno prima dove va, se compra una macchina elettrica di base è un pirla, perchè la sua esperienza sarà al 90 % negativa.

Spero di aver chiarito posizione e concetto.

Offline Chalanger  
#80 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.33.24(UTC)
Chalanger

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 05/04/2014(UTC)
Messaggi: 81
Italy
Scrive da: Brescia

Ha ringraziato: 6 volte
E' stato ringraziato: 33 volte in 16 messaggi
Postato in origine da: zaimon Vai al messaggio citato
perdonami, ma non sono d'accordo.

ho un collega che ha una 500e per la moglie, a casa con la shuko carica a 1,2kwh. per caricare 12kw, impiega 10 ore, non 4 o 5.
Ma ipotizziamo l'aumento di contatore, colonnina etc, carica a 3-4kwh e via dicendo, il problema è che la ricarica a casa implica avere un garage. Non tutti hanno un garage per auto. io ad esempio vivo in appartamento, ho 1 garage dove ci tengo la lotus e l'auto mia e quella della mia compagna le tengo parcheggiate nel cortile interno del condominio. Che si fa? butto la prolunga dal balcone? Ma anche se non avessi la lotus, una la posso mettere in garage, l'altra? E la mia situazione penso che rispecchia quella di molte persone. Altra cosa, molti condomini hanno la luce dei garage condivisa con luce scale con un contatore condominiale. In questo caso, anche se hai il garage, non puoi caricare l'auto elettrica perchè la tua ricarica andrebbe sul contatore condominiale e non sul tuo contatore. E' un problema che si può risolvere, ma c'è da mettere mano alla linea dei garage etc, con riunioni condominiali e via dicendo che non sono sempre simpatiche.
Passiamo alle flotte aziendali. Io ho l'auto aziendale, e come me, tanti altri. Ormai è un benefit sempre più diffuso perchè al titolare costa meno dare un auto aziendale come benefit dove scarica quasi tutto, piuttosto che dare 500€ di aumento al dipende, che gli costa 1000€ mese e non scarica niente.
Bene, con auto aziendale, sei obbligato ad andare alla colonnina, mica posso caricare a casa mia, perchè andrebbe sulla mia bolletta intestata a me, e non alla p.iva dell'azienda.

nell'utilizzo quotidiano non serve andare alla colonnina sei hai un auto privata e un garage dove puoi ricaricarla, e sei hai un contatore da almeno 4.5kw così puoi ricaricare ad almeno 2-2.5kw di notte.



Ma infatti il mio discorso non è teso a rendere voler rendere una tecnolgia che ha ovvie limitazioni ad appannaggio di tutti, semplicemente si analizzano le esigenze del singolo e ci si muove di conseguenza.
Come esempio hai preso la peggior macchina elettrica che ci sia, da una shuko non usciranno mai più di 2 kwh, come dicevo prima se uno consuma 10 kw al giorno, ricaricando tutte le sere in 5 ore (senza wallbox che ha comunque un costo di circa 1.000 €) si recupera quello che si ha consumato il giorno prima. Ad esempio il gruppo VW per tutte le sue elettrica fornisce un Homa Charger che supporta fino a 11 kw l'ora per corrente monofase e trifase.

L'esercizio da fare è uno solo, uscire dai proprio panni ed anallizzare la tecnologia in maniera più approfondita, è ovvio che nel tuo caso non ha senso. Nel mio circondario di amici e parenti, ad esempio posso contare rapidamente 50/60 persone che non avrebbero nessun tipo di problema ad avere un'elettrico. Non è che perche per te non va bene non va bene a nessuno e viceversa, non è che se va bene per una persona va bene a tutti.

Modificato dall'utente mercoledì 25 gennaio 2023 10.36.46(UTC)  | Motivo: Non specificato

Offline Chalanger  
#81 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.34.33(UTC)
Chalanger

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 05/04/2014(UTC)
Messaggi: 81
Italy
Scrive da: Brescia

Ha ringraziato: 6 volte
E' stato ringraziato: 33 volte in 16 messaggi
Postato in origine da: fedefede Vai al messaggio citato
Proprio perché sei del settore, non dimenticare la h di kWh, i kW sono per la potenza (come i cavalli), i kWh per energia (come i joule o litri di benzina equivalenti).
Sorry ma mi viene l'orticaria su queste cose ;-)


Assolutamente corretto. Nessun problema, ci sta!

Offline FZ750  
#82 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.43.00(UTC)
FZ750

Rank: Liana's brother

Iscritto: 23/03/2022(UTC)
Messaggi: 372
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 149 volte
E' stato ringraziato: 59 volte in 51 messaggi
Postato in origine da: roky69 Vai al messaggio citato
oltre al carbone vanno anche a legna angle

Adottando tale soluzione per buona parte del parco circolante, avremmo seri problemi di....cippato banplz e deforestazione
Offline Meccanico  
#83 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.50.26(UTC)
Meccanico

Rank: Pro driver

Iscritto: 11/06/2018(UTC)
Messaggi: 391
Italy
Scrive da: Bologna

Ha ringraziato: 129 volte
E' stato ringraziato: 93 volte in 60 messaggi
Postato in origine da: Chalanger Vai al messaggio citato
entro il 2035 non ci saranno problemi per trovare le colonnine


Stai scherzando? Forse in Islanda dove la popolazione di Bologna riempie uno stato grande come mezza europa.

Ti faccio l'esempio della mia via, una tra le 5746 di una città minuscola come Bologna dove soprattutto in centro ci sono macchine letteralmente a strati.

Nella mia via ci sono parcheggiate all'incirca 60 auto senza righe di parcheggio (è un senso unico). Tu mi stai dicendo che tutte quelle auto saranno servite da colonnette in grado di liberare la mobilità di tutti?? E tutto questo in 12 anni scarsi????

E' semplicemente un'utopia, che il '68 al confronto era il teorema di Pitagora.
thanks 2 utenti hanno ringraziato Meccanico per questo utile messaggio.
FZ750 il 25/01/2023(UTC), Gyu71 il 25/01/2023(UTC)
Offline ermax  
#84 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.50.42(UTC)
ermax

Rank: Ace driver

Iscritto: 05/01/2014(UTC)
Messaggi: 2,952
Italy
Scrive da: liguria

Ha ringraziato: 1288 volte
E' stato ringraziato: 1229 volte in 747 messaggi
Non ci fosse la tivvù, tutti sti discorsi non esisterebbero.

È creando le necessità che si conquistano clienti.
Non soddisfando i bisogni.
To add speed, add money!
Dispensatore di ansie.
Profeta.
Se tanto mi dà tanto, poco mi dà poco.
thanks 4 utenti hanno ringraziato ermax per questo utile messaggio.
Meccanico il 25/01/2023(UTC), Gyu71 il 25/01/2023(UTC), Elwood Blues il 25/01/2023(UTC), PaoloZ il 25/01/2023(UTC)
Offline roky69  
#85 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 10.52.04(UTC)
roky69

Rank: Pro driver

Iscritto: 19/10/2013(UTC)
Messaggi: 601

Ha ringraziato: 1 volte
E' stato ringraziato: 114 volte in 79 messaggi
Postato in origine da: gozer 1.4 Vai al messaggio citato
A livello di consumi, oggi stiamo ben lontani dai record ottenuti anni fà.
Ad esempio...chi ricorda la Lupo 3L?

Adesso, con l'aumento di peso dei mezzi ed i sempre più complessi sistemi antinquinamento, quei livelli di consumo non li raggiunge nemmeno la migliore delle ibride.
censored



un bell'esperimento vw

peccato che all' epoca costava come una golf gti e il punto di pareggio rispetto alla versione normale diesel era a 70.000 km

difatti ha avuto vita breve e successo scarso


Postato in origine da: FZ750 Vai al messaggio citato
Adottando tale soluzione per buona parte del parco circolante, avremmo seri problemi di....cippato banplz e deforestazione



certo non sarebbe una soluzione ideal per le grandi città

ma nei paesini e nelle zone di montagna

una bella caldia a bio massa e risolvi il problema del cippato

invece dei parchi eolici , alberi per autotrazione bart

Modificato dall'utente mercoledì 25 gennaio 2023 10.56.20(UTC)  | Motivo: Non specificato

Offline zaimon  
#86 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 11.05.43(UTC)
zaimon

Rank: World Champion

Iscritto: 03/02/2014(UTC)
Messaggi: 4,111
Italy
Scrive da: Reggio Emilia

Ha ringraziato: 376 volte
E' stato ringraziato: 1272 volte in 699 messaggi
Postato in origine da: Chalanger Vai al messaggio citato


L'esercizio da fare è uno solo, uscire dai proprio panni ed anallizzare la tecnologia in maniera più approfondita, è ovvio che nel tuo caso non ha senso. Nel mio circondario di amici e parenti, ad esempio posso contare rapidamente 50/60 persone che non avrebbero nessun tipo di problema ad avere un'elettrico. Non è che perche per te non va bene non va bene a nessuno e viceversa, non è che se va bene per una persona va bene a tutti.




ma certo, ma come me ci sono tanti altri.

quello che voglio dire io e che per me siamo indietro, prima di vedere il 50% del parco auto circolante, per me ci vorranno ancora parecchi decenni, di certo non nel 2035. O se sarà davvero il 2035, ci saran grossi problemi.

Quante persone conosci che hanno 1 garage per ogni auto? Io pochissime, ma è un dato di fatto, basta guardare le unità abitative. Ogni appartamento ha 1 garage, e di solito in un appartamento ci abitano 2-3 persone, e hanno 1 auto a testa.

nelle villette va già meglio, hai un garage più grande (difficilmente ci stanno due auto, a meno che una non sia una smart) però hai un cortile privato e potresti caricare nel tuo cortile.

Questi sono problemi reali. Ripeto per l'ennesima volta, io non sono contro l'elettrico e avevo valutato anche auto elettrica per la mia compagna che fa circa 10mila km l'anno, ma poi ho desistito per via dei costi di acquisto dell'auto, per le ricariche etc.

per me, tra 10 anni, il parco auto circolante sarà ancora prevalentemente ad auto a combustione, dubito ci sarà un parco auto circolante del 50% elettrico.
Offline Chalanger  
#87 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 11.06.24(UTC)
Chalanger

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 05/04/2014(UTC)
Messaggi: 81
Italy
Scrive da: Brescia

Ha ringraziato: 6 volte
E' stato ringraziato: 33 volte in 16 messaggi
Postato in origine da: Meccanico Vai al messaggio citato
Stai scherzando? Forse in Islanda dove la popolazione di Bologna riempie uno stato grande come mezza europa.

Ti faccio l'esempio della mia via, una tra le 5746 di una città minuscola come Bologna dove soprattutto in centro ci sono macchine letteralmente a strati.

Nella mia via ci sono parcheggiate all'incirca 60 auto senza righe di parcheggio (è un senso unico). Tu mi stai dicendo che tutte quelle auto saranno servite da colonnette in grado di liberare la mobilità di tutti?? E tutto questo in 12 anni scarsi????

E' semplicemente un'utopia, che il '68 al confronto era il teorema di Pitagora.


La volontà è quella di coprire tutto il territorio ma, come dicevo prima, ci saranno sicuramente le zone d'ombra dove comunque c'è chi andarà avanti con la propria macchina a benzina/diesel/gpl/metano etc.
I problemi secondo me saranno ben altri, energetici e di costi.

Offline zaimon  
#88 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 11.13.13(UTC)
zaimon

Rank: World Champion

Iscritto: 03/02/2014(UTC)
Messaggi: 4,111
Italy
Scrive da: Reggio Emilia

Ha ringraziato: 376 volte
E' stato ringraziato: 1272 volte in 699 messaggi
Postato in origine da: FZ750 Vai al messaggio citato
Ipotizzando che le vettrure elettriche siano oltre il 75% del circolante, penso sorgerebbero dei problemi anche sulla produzione elettrica oltre che nell'adeguamento necessario ad una infrastruttura che in molti paesi (tra cui l'Italia) è spesso disarticolata ed incasinata

Inoltre, la produzione di corrente elettrica non è qualcosa che si può spegnere/accendere oppure anche variare nella sua quantità in modo semplice come fosse un flusso d'acqua, in Italia esiste un organo (la Borsa dell'Energia) che ha il compito (tra altri) di dare indicazioni per la quantità di energia elettrica da produrre; tutti gli stati europei (e credo anche mondiali) hanno organi di questo tipo

Io prevedo che si tornerà ad andare in giro a piedi ed in bicicletta come 100 anni fa book6


esatto!

il sito terna è fatto molto bene, e da la possibilità di vedere i carichi giornalieri

https://www.terna.it/it/...rico/transparency-report

ad oggi, la richiesta maggiore è di giorno, ovviamente, quando le aziende sono operative. di notte la domanda cala.

Si sta spostando tutto verso l'elettrico, anche a casa, ormai fanno le case senza gas, con pompa di calore e piano ad induzione. Aggiungiamo auto elettriche e colonnine... il consumo di energia elettrica aumenta.

Nei prossimi 10 anni il consumo di energia elettrica come fabbisogno nazionale triplicherà.
L'altro problema dell'energia elettrica è la difficoltà nello stoccaggio. L'italia ne produce poca, ne compriamo molta all'estero. che si fa? O si inizia a pensare seriamente al nucleare, oppure quando il 50% della auto sarà elettrica, che ricaricano a casa o alla colonnina di notte, avremo il fabbisogno elettrico?

Non sono cose banali, se si guarda l'auto elettrica a livello nazionale e non nel singolo.
Online danym  
#89 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 11.15.09(UTC)
danym

Rank: Local Legend in Town

Iscritto: 28/02/2019(UTC)
Messaggi: 2,992
Scrive da: Mornago

Ha ringraziato: 294 volte
E' stato ringraziato: 1160 volte in 722 messaggi
Postato in origine da: Chalanger Vai al messaggio citato
In realtà non funziona proprio così, DA PERSONA DEL SETTORE, come dicevo prima, ad oggi non credo nella transizione totale all'elettrico ma la base su cui dici che l'infrastrutture non le avremo del 2035 è poco solida. In primis in Italia le percorrenze medie delle auto non superano i 20.000 KM anno che si traducono (come media ovviamente) in circa 400 km settimanali, se facciamo anche il calcolo su 5 giorni a settimana vogliono dire circa 80 km al giorno.
Ipotizzando di avere un pacco batterie da 55 kw per una percorrenza di 350 km (la minor percorrenza per segmento premium) vuol dire far andare poco più del 20% della batteria (quindi 10/12 kw) percentuale che si ricarica tranquillamente con la shuko di casa in 4/5 ore di notte.
Nell'utilizzo quotidiano NON SERVE ANDARE ALLA RICARIVA PUBBLICA. Poi sicuramente capiterà di dover fare qualche carica al di fuori, ma le colonnine sono molte di più delle macchine elettriche in circolazione.



Luca, ti riquoto...
Nell'ultima tua risposta hai aggiustato il tiro, ma le mie risposte erano a ribattere su questa serie di cose scritte in questo tuo intervento dove generalizzi in modo CLAMOROSO.
Fai un medione enorme, e scrivi, in maiuscolo: nell'utilizzo quotidiano non serve andare alla ricarica pubblica.
Poi dici che ognuno sceglie in funzione del proprio utilizzo e le proprie disponibilità...e allora cambia totalmente...
Dopodichè dici che bisogna imparare ad utilizzarle...ma c'è poco da imparare perchè, volente o nolente, avere un'elettrica o piu elettriche come uniche auto in una famiglia è impossibile da sostenere: chiunque utilizza l'auto per lo spostamente familiare. Voglio portar i bimbi da Milano a Genova a vedere l'acquario? perfetto, il pieno non basta in autostrada per andata e ritorno a 130 orari..e lo sappiamo tutti, se poi fa freddo problema doppio. Ti devi fermare per forza o trovare parcheggio vicino ad una colonnina...altro casino, non perchè sia occupata ma perchè ce ne sono giustamente poche e devi adattarti. Vuoi farla in autostrada tempo del caffè? E allora prendiamoci per forza un caffè, portando dentro i piccoli che ovviamente romperanno talmente tanto i coglioni che un caffè obbligato si sarà tradotto nell'esatto esborso di una tappa del challenge.
Andiamo, non generalizziamo: l'auto elettrica funziona se hai dove attaccarla, hai una seconda auto per affrontare le trasferte (ah, btw, immagino che porti la Exi con la elettrica al challenge giusto?) e nel daily tu abbia un'utilizzo che ti permette di non aver problemi. Paradossalmente potrei essere la persona ideale (100km al giorno su strade tranquille dove non vado forte), con doppia macchina...peccato che ogni due settimane vado a torino, in autostrada, andata e ritorno non ci riesco e non ho punti di ricarica...che faccio?
E' tutto merdosamente un problema, e voglio vedere come tutti sti punti di ricarica aiuteranno nel 2035 quando avro' fretta..perchè si, purtroppo nel daily, c'è anche chi ha fretta e non tempo da perdere 20 min per un caffè e, ahimè, siamo in tanti cosi

tralascio volontariamente tutti i discorsi legati alla produzione di energia
thanks 6 utenti hanno ringraziato danym per questo utile messaggio.
zaimon il 25/01/2023(UTC), Meccanico il 25/01/2023(UTC), Nonno il 25/01/2023(UTC), Losna il 25/01/2023(UTC), Gyu71 il 25/01/2023(UTC), Rada il 25/01/2023(UTC)
Offline Meccanico  
#90 Inviato : mercoledì 25 gennaio 2023 11.25.37(UTC)
Meccanico

Rank: Pro driver

Iscritto: 11/06/2018(UTC)
Messaggi: 391
Italy
Scrive da: Bologna

Ha ringraziato: 129 volte
E' stato ringraziato: 93 volte in 60 messaggi
Postato in origine da: Chalanger Vai al messaggio citato
ci saranno sicuramente le zone d'ombra dove comunque c'è chi andarà avanti con la propria macchina a benzina/diesel/gpl/metano etc


Se nella mia via ci metti 50 Renegade o 120 smart, come quantifichi la necessità di energia che come dici tu non sai come produrre per batterie di cui finirai la materia prima nel 2027?

Apprezzo l'entusiasmo ma le macchine elettriche resteranno un lusso, perdipiù inutile.
thanks 2 utenti hanno ringraziato Meccanico per questo utile messaggio.
Losna il 25/01/2023(UTC), Gyu71 il 25/01/2023(UTC)
Feed RSS  Feed Atom
Utenti che leggono la discussione
Beppus, Guest (6), linuc
11 Pagine«<34567>»
Vai al forum  
Tu NON puoi creare discussioni in questo forum.
Tu NON puoi rispondere alle discussioni in questo forum.
Tu NON puoi cancellare messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi in questo forum.