logo
Benvenuto, ospite. Per favore accedi o registrati per attivare tutte le funzioni: Accedi o Registrati.

Notifica

Icon
Error

Condividi
Opzioni
Vai all'ultimo messaggio Vai al primo messaggio non letto
Offline italikko  
#1 Inviato : martedì 6 novembre 2018 14.17.51(UTC)
italikko

Rank: Pro driver

Iscritto: 22/05/2013(UTC)
Messaggi: 662
Greece
Scrive da: Macedonia

Ha ringraziato: 407 volte
E' stato ringraziato: 391 volte in 176 messaggi
Sto cercando delle informazioni sull'argomento.

Vorrei capire come si deve fare con la pompa esterna eletrica e la quantita di olio totale.
Le pompe tipo mocal che si usano girano l'olio molto velocemente e mi fanno pensare sul fatto del livelo del olio che ce disponibile al interno dell cambio esso stesso in ogni monento quando l'olio gira.
Ci sono considerazioni?

Sponsor

Team Santilli

Offline Airo_85  
#2 Inviato : martedì 6 novembre 2018 17.46.30(UTC)
Airo_85

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 29/06/2016(UTC)
Messaggi: 289
Italy
Scrive da: Lombardia

Ha ringraziato: 66 volte
E' stato ringraziato: 30 volte in 24 messaggi
Che io sappia questo tipo di lavoro (e quindi un kit credo che lo possa vendere) lo fa PB Racing... prova a contattarli, sulle elise cup che fanno il campionato lo usano
EX:
- Seat Leon Top Sport 2004
- Mazda RX8 2006
- Subaru impreza STI 2007
- Lexus CT200h Hybrid 2011

NOW:
- Mazda CX5 2013
- Lotus Exige S 2008

BEST LAP FRANCIACORTA 1.12.4 (Formula Renault 2.0)
Offline .Stefan!  
#3 Inviato : martedì 6 novembre 2018 18.51.51(UTC)
.Stefan!

Rank: Ace driver

Iscritto: 29/04/2012(UTC)
Messaggi: 1,062
Italy
Scrive da: Genova

Ha ringraziato: 257 volte
E' stato ringraziato: 261 volte in 213 messaggi
Postato in origine da: italikko Vai al messaggio citato
Sto cercando delle informazioni sull'argomento.

Vorrei capire come si deve fare con la pompa esterna eletrica e la quantita di olio totale.
Le pompe tipo mocal che si usano girano l'olio molto velocemente e mi fanno pensare sul fatto del livelo del olio che ce disponibile al interno dell cambio esso stesso in ogni monento quando l'olio gira.
Ci sono considerazioni?



oltre il radiatore, sarebbe opportuno un serbatoio aggiuntivo da almeno 1L e pensare anche se possa esser utile aggiungere nell'impianto un classico filtro
Offline jimmyjazz  
#4 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 10.06.06(UTC)
jimmyjazz

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 27/06/2017(UTC)
Messaggi: 181
Italy
Scrive da: Roma/Milano

Ha ringraziato: 34 volte
E' stato ringraziato: 44 volte in 38 messaggi
Postato in origine da: .Stefan! Vai al messaggio citato
oltre il radiatore, sarebbe opportuno un serbatoio aggiuntivo da almeno 1L e pensare anche se possa esser utile aggiungere nell'impianto un classico filtro


Magari anche magnetico come il tappo, non so però se c'è qualcosa del genere.
Offline Farlock  
#5 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 11.30.38(UTC)
Farlock

Rank: Pro driver

Iscritto: 07/12/2015(UTC)
Messaggi: 528
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 257 volte
E' stato ringraziato: 345 volte in 174 messaggi
https://www.seriouslylot.../gear-box-oil-cooler-kit

questa è la soluzione che mi piace di più. ha il vantaggio di scaldare l'olio che in uso stradale ci mette un po'. io uso il 75w90 che in pista è uno spettacolo ma a freddo...

non so come siano collegati di solito, immagino che la mandata allo scambiatore si colleghi alla filettatura di scarico e quella di ritorno a quella di carico. se così fosse, il problema del quantitativo di olio è un non problema. va aggiunto al quantitativo necessario al cambio, il quantitativo per il riempimento di tubature scambiatore e pompa.
in questo modo, a pompa attivata, il livello all'interno della scatola cambio rimane costante e corretto visto che il ritorno "spara" proprio nel tappo di carico.

porca vacca mi sa che DEVO comprare subito questo oggetto :(
Firma_Farlock
Offline jimmyjazz  
#6 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 13.14.26(UTC)
jimmyjazz

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 27/06/2017(UTC)
Messaggi: 181
Italy
Scrive da: Roma/Milano

Ha ringraziato: 34 volte
E' stato ringraziato: 44 volte in 38 messaggi
Io però prima ci ficcherei dentro un sensore temperatura, raccoglierei un po' di dati e dopo vedrei cosa fare, no? Tappo con predisposizione e via.
Offline Victor  
#7 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 14.15.12(UTC)
Victor

Rank: Ace driver

Iscritto: 18/04/2011(UTC)
Messaggi: 2,094
Scrive da: Terni

Ha ringraziato: 262 volte
E' stato ringraziato: 267 volte in 199 messaggi
Postato in origine da: jimmyjazz Vai al messaggio citato
Io però prima ci ficcherei dentro un sensore temperatura, raccoglierei un po' di dati e dopo vedrei cosa fare, no? Tappo con predisposizione e via.


ecco questa è la mia stessa idea, anche perché troppo freddo fa male?!?! troppo caldo sicuro, ma anche troppo freddo immaginobook6
UserPostedImage
Postato in origine da: Feccia Vai al messaggio citato
ma il pezzo di merda resti solo tu!! (lui deve taroccare i tempi)buttsway buttsway buttsway

Per chi non la conoscesse ecco l'album della Puffa!
Se non avete letto, ecco il mio garage
Se doveste SPEDIRE,un consiglio per voi
Offline FrancoZ  
#8 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 14.19.31(UTC)
FrancoZ


Rank: Administration

Iscritto: 10/03/2011(UTC)
Messaggi: 19,832
Scrive da: Treviso

Ha ringraziato: 3066 volte
E' stato ringraziato: 9359 volte in 4001 messaggi
Gli ingranaggi sono già fatti di metallo allo stato solido, non di mercurio, volete che si congelino ulteriormente? cheese
Se Italikko chiede di un sistema di raffreddamento vuol dire che ne ha bisogno, di esperienza con le auto ne ha, quindi atteniamoci alla richiesta.
thanks Un utente ha ringraziato FrancoZ per questo utile messaggio
Farlock il 07/11/2018(UTC)
Offline Farlock  
#9 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 14.59.52(UTC)
Farlock

Rank: Pro driver

Iscritto: 07/12/2015(UTC)
Messaggi: 528
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 257 volte
E' stato ringraziato: 345 volte in 174 messaggi
Postato in origine da: jimmyjazz Vai al messaggio citato
Io però prima ci ficcherei dentro un sensore temperatura, raccoglierei un po' di dati e dopo vedrei cosa fare, no? Tappo con predisposizione e via.


già fatto da mille persone, me compreso. il cambio scalda parecchio.
la mia esperienza è che con olio std funziona bene a freddo e tiepido, oltre una certa temperatura inizia a grattare.
Con olio più "tosto" sposti la coperta in alto e a freddo gratta.

ricollegandomi a Franco, il problema del troppo freddo esiste, ma si parla di avvio, diciamo fino a 30-40°.

per tutte le altre condizioni le strade sono 2:
laminova con pompa sempre attiva (scalda presto il cambio* e non gli fa raggiungere temperature troppo alte)
radiatore con con pompa e "termo-switch" (si attiva solo sopra X gradi e si evita il "troppo freddo")

*purtroppo le pompe elettriche che ho visto non sono adatte per uso a freddo, in tal caso il laminova perderebbe il suo unico vantaggio.
Firma_Farlock
Offline jimmyjazz  
#10 Inviato : mercoledì 7 novembre 2018 17.32.16(UTC)
jimmyjazz

Rank: Gentleman driver

Iscritto: 27/06/2017(UTC)
Messaggi: 181
Italy
Scrive da: Roma/Milano

Ha ringraziato: 34 volte
E' stato ringraziato: 44 volte in 38 messaggi
Io monto il 75w90 ed a freddo grattava e si impuntava fin quando non ho sostituito i cavi del cambio, passando da quelli azzurri con uniball e schermatura termica agli inokinetic. Un altro mondo, appena ci becchiamo te la faccio provare rubber
thanks Un utente ha ringraziato jimmyjazz per questo utile messaggio
Farlock il 08/11/2018(UTC)
Offline italikko  
#11 Inviato : giovedì 8 novembre 2018 15.17.51(UTC)
italikko

Rank: Pro driver

Iscritto: 22/05/2013(UTC)
Messaggi: 662
Greece
Scrive da: Macedonia

Ha ringraziato: 407 volte
E' stato ringraziato: 391 volte in 176 messaggi
Il rafredamento del olio del cambio serve ma non sempre.
Tutti i liquidi hanno un range di temperatura e viscosita ottimale nel quale devono funzionare e oltre al quale sono dannosi.

Io non ho misurato le temperature di esercizio sulla speedster quindi non ho datti.
Lo ho fatto su diverse macchine nel passato e posso generalizzare che serve al 99% quasi sempre quando la macchina va sfruttata.Sopratutto sui differenziali posteriori tipo bmw ecc.Li serve al 101%.

Aprendo il cambio della speedster ho visto dei punti con indicazione di suriscaldamento su diversi posti.Sopratutto sul albero terzario.
La domanda non 'e se serve.Serve e basta.Poi non metto solo un radiatore ad olio/aria ma un scambiatore olio/aqua (laminova) sia per il motore che per il cambio.Cosi tutte le temperature saranno sempre piu stabili e tutto andra a riscaldarsi in modo omogeneo.In condizioni stradali con un sistema cosi vai a "rubare" un po di temperatura dal olio motore e refrigerante passando lo al olio cambio che sara sempre piu fredo e sottoriscaldato.Quindi fai abbasare la temperatura dei primi 2 che sempre si suriscaldano e porti a temperatura l'olio del cambio piu presto.Usero un doppio laminova piu 2 radiatori piccoli singoli per ogni sistema.

La cosa che mi 'e incognita 'e il livelo del olio in ogni momento.
Il cambio 'e un contenitore per l'olio che lubrifica gli ingranaggi non sotto pressione ma a bagno.
La cosa che mi tormenta 'e che questo olio denso (il mio cambio contiene 1.7 litri) viene centrifugato al interno della scatola e nello stesso momento dovra girare dalla pompa ed essere anche nel giusto livelo di esercizio.

Quindi sicuramente serve uno sfiato (contenitore e filtro) e forse un extra serbatoio di una quantita extra da dove la pompa puo prelevare e cosi dentro il cambio ci sara sempre il livelo apropriato.

Qualcuno con piu esperienza forse mi puo illuminare.



Ciao Franco!cool

thanks Un utente ha ringraziato italikko per questo utile messaggio
jimmyjazz il 08/11/2018(UTC)
Offline Farlock  
#12 Inviato : giovedì 8 novembre 2018 15.30.06(UTC)
Farlock

Rank: Pro driver

Iscritto: 07/12/2015(UTC)
Messaggi: 528
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 257 volte
E' stato ringraziato: 345 volte in 174 messaggi
Postato in origine da: italikko Vai al messaggio citato
Il rafredamento del olio del cambio serve ma non sempre.
Tutti i liquidi hanno un range di temperatura e viscosita ottimale nel quale devono funzionare e oltre al quale sono dannosi.

Io non ho misurato le temperature di esercizio sulla speedster quindi non ho datti.
Lo ho fatto su diverse macchine nel passato e posso generalizzare che serve al 99% quasi sempre quando la macchina va sfruttata.Sopratutto sui differenziali posteriori tipo bmw ecc.Li serve al 101%.

Aprendo il cambio della speedster ho visto dei punti con indicazione di suriscaldamento su diversi posti.Sopratutto sul albero terzario.
La domanda non 'e se serve.Serve e basta.Poi non metto solo un radiatore ad olio/aria ma un scambiatore olio/aqua (laminova) sia per il motore che per il cambio.Cosi tutte le temperature saranno sempre piu stabili e tutto andra a riscaldarsi in modo omogeneo.In condizioni stradali con un sistema cosi vai a "rubare" un po di temperatura dal olio motore e refrigerante passando lo al olio cambio che sara sempre piu fredo e sottoriscaldato.Quindi fai abbasare la temperatura dei primi 2 che sempre si suriscaldano e porti a temperatura l'olio del cambio piu presto.Usero un doppio laminova piu 2 radiatori piccoli singoli per ogni sistema.

La cosa che mi 'e incognita 'e il livelo del olio in ogni momento.
Il cambio 'e un contenitore per l'olio che lubrifica gli ingranaggi non sotto pressione ma a bagno.
La cosa che mi tormenta 'e che questo olio denso (il mio cambio contiene 1.7 litri) viene centrifugato al interno della scatola e nello stesso momento dovra girare dalla pompa ed essere anche nel giusto livelo di esercizio.

Quindi sicuramente serve uno sfiato (contenitore e filtro) e forse un extra serbatoio di una quantita extra da dove la pompa puo prelevare e cosi dentro il cambio ci sara sempre il livelo apropriato.

Qualcuno con piu esperienza forse mi puo illuminare.



Ciao Franco!cool



rimango col dubbio di attivazione della pompa elettrica "a freddo" visto che i produttori lo sconsigliano. Oltretutto credo che il laminova sia più che sufficiente a gestire l'olio cambio. il radiatore con relativo termostato è più che sufficiente per l'olio motore. Il resto mi sembrano eccessive complicazioni. (se ho capito bene vorresti accoppiare 2 sistemi con radiatore a 2 sistemi con laminova).

ad ogni modo per il livello olio cambio non ci sono problemi e basta fare come segue:

metti tutto il circuito dello scambiatore al di sotto del livello di "max" della scatola cambio scolleganto il ritorno (quello che si collega al tappo di carico) ma tenendolo alla giusta altezza (del tappo di carico appunto). fai il livello del complessivo scatola cambio-sistema di raffreddamento, ricolleghi il tubo di ritorno e colleghi il laminova al sistema di raffreddamento acqua.
in tutto questo magari ti segni quanto olio hai versato così al successivo cambio ti basta rimettere la stessa quantità.
In questo modo a pompa spenta avrai un po' più olio nella scatola (si svuoterà un pochino il ciurcuito di raffreddamento) anche se ciò è risolvibile con una valvola di non ritorno.
appena la pompa parte, ogni goccia asportata dalla scatola viene immediatamente reintrodotta dal tubo di carico e il livello è tenuto pressoché costante.

Forse mi sono spiegato, forse no :P

Firma_Farlock
Offline italikko  
#13 Inviato : venerdì 9 novembre 2018 19.35.12(UTC)
italikko

Rank: Pro driver

Iscritto: 22/05/2013(UTC)
Messaggi: 662
Greece
Scrive da: Macedonia

Ha ringraziato: 407 volte
E' stato ringraziato: 391 volte in 176 messaggi
Postato in origine da: Farlock Vai al messaggio citato
rimango col dubbio di attivazione della pompa elettrica "a freddo" visto che i produttori lo sconsigliano.


Quando tutto 'e fredo non fai nulla.Neanche il termostato della pompa olio motore si apre.

Postato in origine da: Farlock Vai al messaggio citato

Oltretutto credo che il laminova sia più che sufficiente a gestire l'olio cambio. il radiatore con relativo termostato è più che sufficiente per l'olio motore. Il resto mi sembrano eccessive complicazioni. (se ho capito bene vorresti accoppiare 2 sistemi con radiatore a 2 sistemi con laminova).


Assolutamente no.Queste cose voi in Italia dovete averle nel sangue.banplz
Soluzioni del genere le vedi facilmente su macchine serie che vengono prodote in Italia tipo la Mazzanti per esempio.

Postato in origine da: Farlock Vai al messaggio citato

ad ogni modo per il livello olio cambio non ci sono problemi e basta fare come segue:

metti tutto il circuito dello scambiatore al di sotto del livello di "max" della scatola cambio scolleganto il ritorno (quello che si collega al tappo di carico) ma tenendolo alla giusta altezza (del tappo di carico appunto). fai il livello del complessivo scatola cambio-sistema di raffreddamento, ricolleghi il tubo di ritorno e colleghi il laminova al sistema di raffreddamento acqua.
in tutto questo magari ti segni quanto olio hai versato così al successivo cambio ti basta rimettere la stessa quantità.
In questo modo a pompa spenta avrai un po' più olio nella scatola (si svuoterà un pochino il ciurcuito di raffreddamento) anche se ciò è risolvibile con una valvola di non ritorno.
appena la pompa parte, ogni goccia asportata dalla scatola viene immediatamente reintrodotta dal tubo di carico e il livello è tenuto pressoché costante.

Forse mi sono spiegato, forse no :P




Il mio motore ha un scambiatore dalla fabrica quindi posso sfrutare posizione e predisposizione dei manicotti ecc.Il problema non 'e cosi tanto la altezza.Questo lo si risolve con valvole di unica direzione.

Quello che voglio semplicente capire 'e come far capire la velocita di svuotamento contro la velocita di riempimento e la quantita di olio stagno.
Mi sa che dovro fare dei test con in cambio sul banco,far girare il primario avendo una marcia inserita e nello stesso momento avere tutto quel insieme del sistema rafredamento e la pompa elettrica che gira.
Offline Farlock  
#14 Inviato : lunedì 12 novembre 2018 9.58.07(UTC)
Farlock

Rank: Pro driver

Iscritto: 07/12/2015(UTC)
Messaggi: 528
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 257 volte
E' stato ringraziato: 345 volte in 174 messaggi
Postato in origine da: italikko Vai al messaggio citato
Quello che voglio semplicente capire 'e come far capire la velocita di svuotamento contro la velocita di riempimento e la quantita di olio stagno.
Mi sa che dovro fare dei test con in cambio sul banco,far girare il primario avendo una marcia inserita e nello stesso momento avere tutto quel insieme del sistema rafredamento e la pompa elettrica che gira.


avevo risposto a tutti i tuoi dubbi nel post precedente ma forse mi sono espresso male.

la velocità di svuotamento e riempimento sono le medesime e facendo il livello come ti ho indicato, quando il sistema è attivo, il livello rimane costante e corretto.

lo scambiatore deve essere al di sotto del cambio NELLA FASE DI RIEMPIMENTO DEL CIRCUITO. una volta fatto il livello, monti tutto come preferisci.

per quanto riguarda la pompa a freddo mi riferivo alla pompa elettrica per raffreddare l'olio cambio. le pompe elettriche che ho visto hanno chiare indicazioni del costruttore sull'evitare l'attivazione a freddo. consigliavo quindi di mettere un interruttore temperatura-dipendente.

mi rimane poco chiaro che soluzione vuoi usare per l'olio cambio e quale per il motore...
Firma_Farlock
Offline italikko  
#15 Inviato : martedì 13 novembre 2018 14.59.40(UTC)
italikko

Rank: Pro driver

Iscritto: 22/05/2013(UTC)
Messaggi: 662
Greece
Scrive da: Macedonia

Ha ringraziato: 407 volte
E' stato ringraziato: 391 volte in 176 messaggi
Postato in origine da: Farlock Vai al messaggio citato
la velocità di svuotamento e riempimento sono le medesime e facendo il livello come ti ho indicato, quando il sistema è attivo, il livello rimane costante e corretto.


La velocita della pompa 'e costante.Quello si.
La quantita dell olio non sara sempre la stessa nella unita del tempo.
Il cambio non 'e un contenitore di olio fermo.Al interno ci sono gli ingranaggi e gli assi che girano a velocita variabile centrifugando l'olio.
Quindi la pompa gira con velocita costante nella unita del tempo ma non preleva sempre la stessa quantita di olio.Puo darsi che in un certo istante prende solo aria.



Postato in origine da: Farlock Vai al messaggio citato
mi rimane poco chiaro che soluzione vuoi usare per l'olio cambio e quale per il motore...


Un laminova doppio.Due camere.Una per il cambio una per il motore.Dopo il laminova e prima che l'olio ritorna al cambio e al motore lo fai pasare da un un radiarore ad aria.Uno per il motore e uno per il cambio.

Gia fatto sulla s2000 turbo di un amico diversi anni fa.
Offline Farlock  
#16 Inviato : martedì 13 novembre 2018 16.24.01(UTC)
Farlock

Rank: Pro driver

Iscritto: 07/12/2015(UTC)
Messaggi: 528
Italy
Scrive da: Roma

Ha ringraziato: 257 volte
E' stato ringraziato: 345 volte in 174 messaggi
Postato in origine da: italikko Vai al messaggio citato
La velocita della pompa 'e costante.Quello si.
La quantita dell olio non sara sempre la stessa nella unita del tempo.
Il cambio non 'e un contenitore di olio fermo.Al interno ci sono gli ingranaggi e gli assi che girano a velocita variabile centrifugando l'olio.
Quindi la pompa gira con velocita costante nella unita del tempo ma non preleva sempre la stessa quantita di olio.Puo darsi che in un certo istante prende solo aria.


continuo a non capire il problema del livello. se la pompa non pesca, vuol dire che il cambio non ha olio in "coppa", quindi il cambio è progettato per lavorare con l'olio tutto "in giro" (improbabile), al che non saprei come fare a raffreddare qualcosa che non si accumula in coppa e non può essere prelevato.
in alternativa l'olio si accumula nella parte bassa della scatola cambio e viene correttamente pescato dal sistema di raffreddamento. Il rischio, qui in effetti c'è, è che l'olio di ritorno incontri ostacoli nel tornare nella parte bassa della scatola e che quindi il livello di olio "stagnante" sia leggermente più basso del dovuto.
IMHO ci sarebbe un delta trascurabile nell'altezza media dell'olio "stagnate" ma non posso esserne certo.
poi ad aggiungere 100cc in più grandi danni non si fanno, ma stiamo parlando di soluzioni totalmente empiriche. dubito che il cambio sia progettato per avere problemi di lubrificazione con 100cc in più o in meno.

Postato in origine da: italikko Vai al messaggio citato

Un laminova doppio.Due camere.Una per il cambio una per il motore.Dopo il laminova e prima che l'olio ritorna al cambio e al motore lo fai pasare da un un radiarore ad aria.Uno per il motore e uno per il cambio.

Gia fatto sulla s2000 turbo di un amico diversi anni fa.


scusa ma non capisco che senso abbia tutto questo.
per il motore, se il circuito è termostatato, il vantaggio del laminova nello scaldare l'olio viene perso.
per il cambio, il laminova non può funzionare durante il riscaldamento perché la pompa va termostatata.
entrambi i sistemi hanno quindi la sola funzione di raffreddare l'olio.
quello che mi chiedo è: perché devi scaldare l'acqua per raffreddare l'olio?
Firma_Farlock
Offline italikko  
#17 Inviato : martedì 13 novembre 2018 17.06.50(UTC)
italikko

Rank: Pro driver

Iscritto: 22/05/2013(UTC)
Messaggi: 662
Greece
Scrive da: Macedonia

Ha ringraziato: 407 volte
E' stato ringraziato: 391 volte in 176 messaggi
Essato 'e quel olio stagnante come avevo scritto prima la parte dificile da calcolare.

Non vai a suriscaldare ne l'aqua ne l'olio bensi scambiare energia termica tra i vari liquidi il che vuol dire temperature uniformi a lungo termine.'E un sistema che macchine molto costose montano gia dalla fabbrica.
Feed RSS  Feed Atom
Utenti che leggono la discussione
Vai al forum  
Tu NON puoi creare discussioni in questo forum.
Tu NON puoi rispondere alle discussioni in questo forum.
Tu NON puoi cancellare messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi in questo forum.